Nominata la Giuria del Bando Internazionale Residenze promosso da DiDe Distretto del Design e Festival del Tempo

Nominata la Giuria del Bando Internazionale Residenze promosso da DiDe Distretto del Design e Festival del Tempo

Nominata la Giuria del Bando Internazionale Residenze, promosso da DiDe Distretto del Design e Festival del Tempo, per la realizzazione di installazioni all’interno di una parte del centro storico di Genova per la terza edizione della Genova Design Week.

La Giuria è costituita da: Anna Daneri – Curatrice, Maria Cristina Finucci – Architetto e Artista, Luca Gibello – Direttore ilgiornaledellarchitettura.com, Marco Guarino – Architetto_Ordine Architetti PCC Genova, Gianluca Peluffo – Architetto_Peluffo & Partners. 


Anna Daneri

Anna Daneri è curatrice indipendente. È membro del Forum dell’Arte Contemporanea. Attualmente sta lavorando per la GAMeC Bergamo insieme a Lorenzo Giusti al progetto di mostra Nulla è perduto. Arte e trasformazione della materia posticipato al 2021e alla mostra di Claire Fontaine, La borsa e la vita (Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Genova / Galerias Municipais, Lisbona, 2019-2020). E’ stata una delle fondatrici di Peep-Hole, spazio indipendente attivo a Milano dal 2009 al 2016.  Dal 2013 è responsabile del Meru Art*Science Research Program. E’ stata curatrice insieme a Carlo Antonelli del programma vincitore dell’ultimo bando per il Museo di arte contemporanea di Villa Croce di Genova. Tra le mostre e progetti curati: Giovanni De Lazzari. Giorni Segreti (Fondazione Adolfo Pini, Milano 2019-2020), Renata Boero. Kromo-Kronos (Museo del Novecento, Milano, 2019), Vita, morte e miracoli. L’arte della longevità (Villa Croce, Genova, 2018), Stefano Arienti. Finestre Meridiane. Intersezioni con la collezione di Villa Croce e Duet. Riccardo Baruzzi e Alberto Trucco (Villa Croce, Genova, 2017), TEU (Twenty – foot Equivalent Unit) (con Martina Angelotti; Genova, 2017), Suite Rivolta. Carla Lonzi’s radical feminism and the art of revolt (con Giovanna Zapperi; Doclisboa/Fundação EDP, Lisbona, 2015),The Inadequate (progetto di Dora Garcìa per la 54. Biennale di Venezia, Padiglione Spagna, 2011), Collateral (HangarBicocca, Milano/ SESC Avenida Paulista, Sao Paolo, 2008), Joan Jonas – My Theater (Galleria Civica di Trento, 2007). Ha collaborato a lungo come curatrice e coordinatrice dei programmi con Art for the World (1996-2013) e con la Fondazione Antonio Ratti (1995-2010), e insegnato Fenomenologia dell’arte contemporanea all’Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo (2003-2007). Dal 2104 al 2016 è stata production manager di They Come to Us without a Word, mostra e performance di Joan Jonas per il Padiglione Stati Uniti della 56. Biennale di Venezia, con cui ha lavorato nel 2019 per la versione presso il Fort Mason Art Center di San Francisco. Nel 2016 è stata curator-in-residence al NTU CCA Singapore. Nel 2017 e 2018 è stata coordinatrice e co-curatrice di Back to the Future di Artissima, di cui ha curato il public program nel 2019. Dal 2020 è membro del board del Torino Social Impact Art Award e del Comitato Promotore dell’Archivio Atelier Pharaildis Van Den Broeck.

Maria Cristina Finucci

Architetto di formazione (Università di Firenze, magna cum laude) e artista, Maria Cristina Finucci ha vissuto e lavorato a Mosca, New York, Parigi, Bruxelles e Roma, prima di stabilirsi a Madrid. Durante la sua carriera di architetto, i lavori che ha prodotto in diversi paesi sono stati pubblicati su diverse riviste e libri. Ha inoltre collaborato come corrispondente estero per la rivista di architettura Controspazio. La sua ricerca artistica, iniziata giovanissima, ha abbracciato pittura, scultura, architettura, design, video arte e post-produzione cinematografica (oggetto di una mostra personale al Lu.C.C.A Museum nel 2011). Queste esperienze alla fine sono state sintetizzate in un’opera transmediale attualmente incarnata nella serie Wasteland. Questo lavoro, che racchiude tutte le azioni legate al Garbage Patch State – da lei stessa fondata – nel mondo, non solo svolge un impegno etico e ambientale, ma delinea anche una forma d’arte innovativa, in sintonia con gli sviluppi attuali. Wasteland ha iniziato il suo viaggio presso la sede parigina dell’UNESCO, per poi spostarsi a Venezia, Madrid (ARCO), New York City (sede delle Nazioni Unite) e alla Fondazione Bracco di Milano per EXPO 2015. Nel 2014, Maria Cristina Finucci è stata insignita del premio “ Mela d’Oro” della 26° edizione del Premio Marisa Bellisario, nonché il premio “Civiltà dell’Acqua”.

Luca Gibello

Luca Gibello (Biella, 1970), presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino si laurea nel 1996 e consegue nel 2001 il dottorato di ricerca in Storia dell’architettura e dell’urbanistica con una tesi sull’opera di Le Corbusier a cavallo della seconda guerra mondiale e sul problema delle abitazioni d’urgenza per il ricovero dei sinistrati. Svolge attività di ricerca sui temi della trasformazione delle aree industriali dismesse in Italia. Presso il Politecnico ha tenuto corsi di Storia dell’architettura contemporanea e di Storia della critica e della letteratura architettonica. Tra i fondatori de “Il Giornale dell’Architettura”, dal 2004 è caporedattore e dal 2015 direttore. Con Paolo Mauro Sudano ha pubblicato i volumi Francesco Dolza. L’architetto e l’impresa (Celid, 2002) e Annibale Fiocchi architetto (Aión, 2007); ha inoltre curato i volumi Stop&Go. Il riuso delle aree industriali dismesse in Italia. Trenta casi studio (con Andrea Bondonio, Guido Callegari e Cristina Franco; Alinea, 2005), 1970-2000. Episodi e temi di storia dell’architettura contemporanea (con Francesca B. Filippi e Manfredo di Robilant; Celid, 2006) e Il Cineporto della Film Commission Torino Piemonte. Un’opera di Baietto Battiato Bianco (Celid, 2009). Ha svolto il coordinamento scientifico-redazionale del Dizionario dell’architettura del XX secolo (a cura di Carlo Olmo, Istituto dell’Enciclopedia Italiana, Roma 2003). È autore di saggi critici e storici pubblicati in libri e riviste di settore. Con Cantieri d’alta quota. Breve storia della costruzione dei rifugi sulle Alpi (Lineadaria, Biella 2011), primo studio sistematico sul tema, unisce l’interesse per la storia dell’architettura con la passione da sempre coltivata verso l’alpinismo.

Marco Guarino

Marco Guarino è Vicepresidente OAPPC della Provincia di Genova, membro RICS dal 2013 al 2021. Ha affinato competenze di pianificazione strategica e business planning, a stretto contatto con stakeholder e tenants. Negli ultimi sei anni, all’interno di una società partecipata dal Comune di Genova, assume il ruolo di direttore del consulting. È stato Architetto associato di Erik Bjornsen & Partners, Socio Fondatore Nbs Architetti Associati, Membro dello staff I.L.A.&U.D. (International Laboratory of Architecture and Urban Design)  e Architetto presso lo Studio Giancarlo De Carlo, architettura e urbanistica. All’attività di architetto affianca anche quella di artista, utilizzando principalmente il disegno e la pittura.

Gianluca Peluffo

Nato a Savona, Gianluca Peluffo è stato fondatore e Partner dello studio di architettura 5+1AA (1995/2017). In questi anni ha realizzato numerose e importanti opere in italia. Nel 2005 vince, insieme a Rudy Ricciotti il concorso per il “Nuovo Palazzo del Cinema” a Venezia, realizza il Masterplan sulla base del quale Milano si preparerà per EXPO 2015. Nel 2008 vince il concorso per la sede della Fondazione Fiera Milano, costruito poi nel 2010. Nel 2010 costruisce il “Museo del Giocattolo” di Cormano, la “Torre Orizzontale” a Milano e nuove residenze a San Giuliano di Puglia dopo il terremoto del 2002. Nel 2011 vince il Philippe Rotthier European Prize for Architecture. Nello stesso anno vince l’International Chicago Athenae Prize per il miglior progetto globale del 2011 per la “Torre Orizzontale”: una nuova sede della Fiera di Milano. Nel 2012 completa la Nuova sede per l’Agenzia Spaziale di Roma, la Riqualificazione dell’ex Metalmetron di Savona “Ex Officine” e il Progetto Integrato di riqualificazione urbana per la costruzione di residenze sociali a Brescia. Vince il premio “Architetture Rivelate” con l’OGR di Torino e il “Trimo Architectural Award” con il progetto di Ex Metalmetron Area a Savona. Nel 2014 lo IULM Knowledge Transfer Centre di Milano riceve una menzione speciale nella sezione “Best Architectures” al AIT AIT Awards ceremony in Frankfurt, Germany ed è presente alla Biennale di Venezia. Nel 2015 conclude la nuova sede BNL-Paribas a Roma e la riqualificazione dei Docks di Marsiglia. Nel 2015, ha vinto il concorso per il Masterplan a Sokhna “Il Monte Galala” (Egitto) sul Mar Rosso, e ha vinto la competizione di “Dallara Automobili” per la costruzione di un centro di formazione e mostre a Varano Melegari, Parma. Ha iniziato a lavorare sul masterplan “Fouka” in Egitto, sul Mar Mediterraneo. Nel 2016, ha lavorato per la Città Nuova di Al Alamein, Egitto, per il Ministero delle Abitazioni e le Nuove Comunità Urbane dell’Egitto, come consulente per le Visioni Architettoniche e Artistiche della città. Nel 2016 i Docks di Marsiglia. vincono l’Award del “Best shopping centre” al MIPIM di Cannes. Il progetto ha anche ricevuto il Primo Premio nella categoria “riqualificazione” al The Plan International Award a Venezia. IULM 6 a Milano ha vinto il primo Gran Premio internazionale at The Plan International Awards di Venezia attribuito da Casalgrande Padana. Il Plan International Awards ha inoltre premiato il progetto della nuova sede BNL-BNP Paribas a Roma nella categoria “ufficio / impresa”. Vince the Cityscape Award 2016 in Dubai per il progetto “Il Monte Galala”, Sokhna Egitto. Nel 2017 chiude lo studio di architettura 5+1AA ed insieme ad un gruppo di Architetti e Creativi fonda GianlucaPeluffo&Partners, che ha sede nell’ex Studio di Lucio Fontana ad Albissola Marina, nella Riviera Ligure di Ponente. Nel 2018 viene inaugurata la Nuova Sede dell’Autorità di Sistema Genova e Savona. Progetta la Moschea di Sokhna (in corso di realizzazione) e nello stesso anno avvia la progettazione della University New Town di Mostakbal, “Bloomsfield” in Egitto. Per la sua attività di ricerca, nel 2003 è stato insignito del titolo di “Benemerito della Scuola della Cultura” del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Nel 2018 è stato nominato Accademico della Scuola delle Belle Arti di Perugia. È ricercatore presso l’Università IULM di Milano, alla Facoltà di Lettere, Turismo e Marketing, dove si occupa della relazione tra Arte e Architettura, Architettura e Città. Dal 2019 è professore presso la facoltà di Architettura di KORE ad Enna e dal 2018 è Visiting Professor presso l’ENAM “Ecole National d’Architecture de Marrakech”. Sono state dedicate al suo lavoro numerose esposizioni: Milano, Roma, Zurigo, Parigi, Londra, Casablanca, e molti altri luoghi. Dal 1999 ha tenuto centinaia di conferenze in italia e all’estero.

INFO

Genova Design Week
Associazione Distretto del Design APS
Via Chiabrera, 33 R – Genova
Tel.: +39 0102367619
segreteria@didegenova.it
https://www.didegenova.it

Festival Tempo
Associazione culturale blowart
Direttrice artistica Roberta Melasecca
tel. +39 3494945612
info@festivaldeltempo.it
www.festivaldeltempo.it

Segreteria Bando Internazionale Residenze
mail: iltempodelcorpo@gmail.com
Roberta Melasecca tel: + 39 3494945612
Monica Palazzini: tel: + 39 3488296767

Bando al link:
https://drive.google.com/drive/folders/1JkLG4SaRHCiblJPClXvBW0HLih_LwWwp?usp=sharing

Ufficio stampa DiDe Distretto del Design
mail: tomaso.torre@libero.itpress.didegenova@libero.it

Ufficio Stampa Festival del Tempo
mail: press@festivaldeltempo.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *